interviste aiello

Published on giugno 27th, 2017 | by Antonio Tortolano

0

“Hi-hello”: Megamusic intervista Aiello

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Oggi su Megamusic vi proponiamo l’intervista ad Aiello. Il giovane artista cosentino ma trapiantato a Roma propone un Ep dal titolo “Hi-hello”. Un progetto di  elettronica/indie-pop, prodotto artisticamente e arrangiato da Daniele Sinigallia nello  studio “Gli Artigiani” di Roma. Cinque i brani che compongono questo lavoro discografico. Al singolo di lancio “Come stai”, seguono “Solo a metà”, “Promettimi”, “Accidenti a te” e “Ogni tanto”. Aiello ha iniziato presto il suo rapporto con la musica visto che in tenera età già si appassionava allo studio di pianoforte e violino dimostrando forte interesse per la scena soul. Nel videoclip di Come stai,  tra i dettagli appare un cuore in un barattolo di vetro,  il posto in cui chiunque soffra per amore vorrebbe mettere il proprio, ma il testo scritto dal cantautore è attesa e speranza, sentimenti profondi di giovane uomo sviscerati in sonorità pop, dance, elettroniche e indi insieme, che arrivano dritte allo stomaco così come le varie sfumature del sentimento in assoluto più discusso.

Aiello, a poche settimane dall’uscita di “Hi-hello “, quale primo bilancio senti di tracciare?

E’ passato davvero poco tempo e nel frattempo sono stato sorprendentemente inondato di belle parole, di condivisioni, di screenshot su Instagram e Fb di persone che hanno subito sentito loro, le mie canzoni e le hanno condivise con gli altri. Il regalo più grande, davvero.

Come nasce questo EP. Ci racconti il percorso che ha portato all’uscita di questo progetto discografico?

Sentivo il bisogno di condividere la mia sperimentazione musicale, più recente, nello stesso momento, sentivo la necessità di condividere le storie che mi erano accadute e così ho scelto cinque brani, li ho prodotti insieme a Daniele Sinigallia e fortunatamente ho incontrato la mia etichetta IRMA RECORDS e il mio ufficio stampa RED&BLUE, che hanno sposato il progetto, convinti quanto me che fosse pronto per essere proposto al grande pubblico.

 La tua passione per la musica nasce da lontano anche con lo studio di pianoforte e violino. Quali sono state le tue influenze artistiche?

Io sono cresciuto a pane e soul music, R&B, poi mi sono avvicinato al cantautorato italiano più classico e contemporaneamente mi sono appassionato sempre di più alla scena elettronica internazionale.

aiellodue

 Solo a metà, un pezzo che rimanda agli anni 80. Cosa avevano di speciale secondo te le sonorità di quel periodo?

Non saprei dare una risposta “accademica”. Dal punto di vista tecnico è una questione di suoni, di vibrazioni particolari, che restano intramontabili.

 Spazi tra più generi, ma il pop è piuttosto ricorrente. In questo momento musicale italiano non si può davvero fare a meno della pop dipendenza?

Ma io credo che prescinda dal momento attuale. Il pop ha una potenza attrattiva che riesce ad esercitare da sempre e con tutti, in maniera trasversale.
E’ una dote, un’attitudine, per chi scrive musica, un gusto molto diffuso per tutti quelli che ascoltano buona musica.

Un giovane artista italiano che apprezzi particolarmente

Artista giovane, così, immediatamente, non me ne viene nessuno, forse perché ne apprezzo tanti. Direi che restando nel nostro bel paese, Jovanotti resta uno dei più forti, anche se giovanissimo non è più.

Cosa ne pensi dell’industri a discografica, meglio le major o una label indipendente?

Meglio chi ama la musica per davvero, chi investe nella musica e rischia, chi si appassiona ad un progetto nuovo in maniera autentica e col cuore.
La “Irma Records”, al momento, pare abbia fatto così e io sono felice, per questo.

Sanremo, i talent, sei aperto a tutto o a qualcosa diresti sicuramente no?

Dove ci sarà musica, io proverò a dire la mia, nella misura in cui mi sarà data la possibilità. Sia Sanremo che i Talent restano una grande vetrina.
Non so quanto il mio elettro-pop possa centrare con Sanremo, comunque restano due occasioni importanti di condivisione musicale e di possibilità di farsi ascoltare da molte persone.
A me, in questo momento, interessa solo fare ascoltare la mia musica, tutto il resto è secondario.

Sono previsti dei live questa estate?

Si, ci stiamo lavorando su. Non vedo l’ora di suonare in giro.
Sulla mia pagina Facebook “AIELLOMUSIC”, condividerò gli appuntamenti e non solo.

Progetti futuri?

Godermi questo momento, suonare il più possibile, finire di scrivere il mio primo disco.
Dopo l’EP “Hi-Hello”, toccherà “spogliarsi” completamente, con un disco.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Tags: ,


About the Author

Nato a Cassino, ai piedi della celebre abbazia, sono cresciuto con la passione per lo sport e per il giornalismo. Roma prima e Milano poi mi hanno accolto per farmi compiere il salto di qualità. Lavorare in tv e per la carta stampata non mi bastava più e allora dal pallino per la rete ecco nascere lospaccatv e megamusic, due webzine che mi hanno aperto anche al mondo del social media marketing…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑