News revolution radio

Published on agosto 27th, 2016 | by Il Graffio

0

Green Day: il nuovo album è Revolution Radio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

I Green Day, da poco entrati a far parte della Rock and Roll Hall of Fame e vincitori di diversi Grammy Award, pubblicheranno il loro dodicesimo album in studio, Revolution Radio, il 7 ottobre.

Prodotto dai Green Day e registrato a Oakland, Revolution Radio è un’esplosione di 12 brani potenti e pieni di rabbia che uniscono l’approccio stilistico del gruppo a temi che indirizzano le complessità e le incertezze della vita moderna. Musicalmente, l’album è grezzo, viscerale e senza paura – confermando la band come una delle voci guida della musica rock. Il primo singolo, “Bang Bang”, già disponibile e ispirato da avvenimenti recenti, segna il gradito ritorno di una band che ha, oggi più che mai, cose da dire.

“E’ ovvio che il mondo ha perso la testa…e io, Mike e Tré siamo anche noi delle anime perdute,” dichiara il frontman Billie Joe Armstrong. “Revolution Radio è un movimento che vuole riunire tutte le anime perdute…per ballare insieme…per cantare insieme…e soprattutto, per trovarsi gli uni con gli altri. Che è lo spirito dei Green Day fin dal primo giorno.”

day

La track-listing di Revolution Radio è la seguente:

1. Somewhere Now
2. Bang Bang
3. Revolution Radio
4. Say Goodbye
5. Outlaws
6. Bouncing Off The Wall
7. Still Breathing
8. Youngblood
9. Too Dumb To Die
10. Troubled Times
11. Forever Now
12. Ordinary World

I Green Day sono una punk rock band americana composta dal cantente/chitarrista Billie Joe Armstrong, dal bassista Mike Dirnt e dal batterista Tré Cool.
Formatisi nel 1986, i Green Day inizialmente facevano parte della scena punk del club DIY 924 Gilman Street aBerkeley, California.
I primi lavori della band furono pubblicati dall’etichetta indipendente Lookout! Records.
Nel 1994, il loro debutto per una major, Dookie (su etichetta Reprise Records) divenne un successo tale che finì per vendere più 10 milioni di copie soltanto negli Stati Uniti.
Gli album successivi, Insomniac (1995) e Nimrod (1997) vendettero più di due milioni di copie l’uno e ricevettero entrambi il Doppio Disco di Platino. Warning (2000) fu certificato Platino.
Il 2004 arriva American Idiot, l’opera rock della band, che diede al trio nuova popolarità con una generazione più giovane vendendo più di sei milioni di copie negli Stati Uniti.
Fino a oggi, i Green Day hanno venduto più di 75 milioni di dischi in tutto il mondo, uno dei gruppi best-selling di sempre.
Hanno vinto cinque Grammy Award: Best Alternative Album per Dookie, Best Rock Album per American Idiot, Record of the Year per “Boulevard of Broken Dreams”, Best Rock Album per la seconda volta in carriera per 21st Century Breakdown e Best Musical Show Album per American Idiot: The Original Broadway Cast Recording, il musical ispirato all’album che fece il suodebutto a Broadway nel 2010.
Dal 18 aprile 2015, la band fa ufficialmente parte della Rock and Roll Hall of Fame.
Il 16 ottobre 2015, i Green Day hanno pubblicato il documentario Heart Like A Hand Grenade, uno sguardo inedito dietro le scene della realizzazione del loro ormai leggendario American Idiot.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Tags:


About the Author

Sono nato a Genova. Chi legge lospaccatv.it mi conosce bene, ma analizzare il mondo della televisione è solo una delle mie passioni. La musica scorre nelle mie vene già da quando band come Dire Straits e Cure dominavano le scene. Cinema e teatro sono gli altri miei vecchi amori. Chi non segue megamusic non ama la musica…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑