News carlossantana

Published on maggio 14th, 2013 | by Margy Vanoni

0

Il Centrale Live: Sting, Santana e Leonard Cohen grandi protagonisti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Da Sting a Santana, passando per Alex Britti, George Benson e Leonard Cohen. Torna l’estate de Il Centrale Live al Foro Italico, seconda edizione della rassegna di musica, teatro e danza, che quest’anno, pur in tempo di crisi generale, cresce, passando da uno a tre mesi di programmazione, raddoppiando gli eventi fino a 20-21 titoli e triplicando gli stagionali impiegati fino a 300 unità.

In 18 mesi – racconta Vincenzo Berti, produttore della kermesse con la sua Ventidieci – abbiamo trasformato il tempio del tennis di Roma, nel più grande teatro estivo della capitale”. Un impianto da 6.200 posti numerati, “dove si può arrivare anche alle 21 e trovare il proprio posto e anche parcheggio”.

Ad aprire il programma, un primo evento all’interno del Villaggio degli Internazionali di Tennis il 15 maggio con i Soliti Idioti più dj set di Alberto Laurenti e soprattutto, il 3 giugno, la settima edizione dei Wind Music Awards, che approdano al Centrale, in onda in diretta anche su Rai1. Si prosegue poi, tra gli altri, con Ian Adersen e la comicità di Maurizio Battista (20 e 22 giugno), Leonard Cohenn e Sting (7 e 9 luglio) l’evento di beneficenza di Pino Daniele and Friends (10), i Morcheeba e Cesare Cremonini (12 e 18). E ancora Alessandro Siani, George Benson, Alan Parsons, Alex Britti, Carlos Santana, per chiudere con l’accoppiata tra sketch e musica di Ale & Franz con Enrico Ruggeri (11 settembre) e I soliti idioti (il 13).

In tre mesi – prosegue Berti – abbiamo già venduto 20 mila biglietti: 3.300 per Sting, 2.200 per Santana e 1.500 per Cohen. La previsione è di toccare i 100 mila. I dati dicono che il grosso del nostro pubblico arriva da fuori Roma, ma abbiamo visite da tutto il mondo. In generale credo che Roma quest’anno, tra il Centrale, i 6 concerti all’Olimpico e gli altri festival, sarà davvero la capitale dello spettacolo oltre che della cultura. Tra i nostri sogni, riuscire in futuro ad avere fonti di energia alternative, attrezzare un’area baby parking così che i genitori possano venire ai concerto e lasciarci per due ore i loro bambini. E anche dare più spazio ai giovani artisti emergenti. Lo facciamo già con i pre-show, ma pensiamo anche a laboratori di idee”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Tags: , , ,


About the Author

Palermitana, laureata in Giurisprudenza, fin dai primi anni di vita ho intuito che la musica è nel mio Dna. Che siano internazionali o italiane, le note mi suscitano profonde emozioni. La possibilità di scrivere per una webzine come Megamusic mi suscita grande entusiasmo. Amo seguire i live e i grandi eventi. Per la mia band preferita (che non rivelo) andrei ovunque…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑