interviste bianca_atzei3

Published on agosto 8th, 2013 | by Antonio Tortolano

0

Megamusic intervista Bianca Atzei

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Per Bianca Atzei il 2013 sarà un anno difficile da dimenticare. Il suo nuovo singolo La paura che ho di perderti (prodotto da Ultrasuoni) in pochissimo tempo ha superato le seicentomila visualizzazioni su Youtube e le radio, già dall’anno scorso, si sono accorte delle qualità dell’artista sarda. Il suo ultimo lavoro conferma i successi di Amore vero e Gelosia, interpretato insieme a Francesco Silvestre dei Modà. Dal 5 ottobre Bianca Atzei aprirà i concerti della band lombarda e chissà che presto per lei possano aprirsi anche le porte di Sanremo. Nel frattempo c’è stata la vetrina del Summer Music Festival e in cantiere un progetto con Gianni Morandi. Abbiamo intervistato Bianca (all’anagrafe Veronica), nata a Milano, dove vive tuttora, ma che non dimentica le sue origine sarde.

Bianca, che esperienza è stata il Music Summer Festival davanti a tanta gente?

Ho vissuto emozioni bellissime. Era la prima volta che mi esibivo davanti a migliaia di persone in un contesto televisivo. Tutto è stato molto frizzante e poi stare a contatto con artisti affermati e che hanno fatto la storia della musica italiano ha rappresentato per me un qualcosa di unico.

bianca_atzei  E a voi giovani è stata data la possibilità di mettervi in risalto.

Sì, è una cosa che abbiamo apprezzato molto. Al di là della gara, è stato un momento di visibilità e di crescita davvero importante. Si parla spesso di crisi del mercato discografico, ma allo stesso tempo va detto che stanno uscendo fuori diversi giovani artisti, che mostrano qualità in generi differenti.

Il video de “La paura che ho di perderti” ha superato le seicentomila  visualizzazioni su Youtube. Ti aspettavi questo risultato in così poco tempo?

Assolutamente no, ma è una cosa davvero bella quella che sta accadendo. Di solito questi numeri può farli chi esce da un talent e dunque ha avuto una certa visibilità oppure un cantante già affermato. Per me quindi la soddisfazione è doppia. Le radio credono in me e questa è una grande fortuna.

Dal 5 ottobre aprirai i concerti dei Modà. Un’emozione dopo l’altra

Sono onorata che abbiano creduto in me e sia arrivata questa possibilità. I Modà da alcuni anni sono la band che raccoglie i maggiori consensi, facendo sold out ovunque e raggiungendo livelli di vendite importanti. Per me sarà una ulteriore possibilità di crescita e un modo per mettermi alla prova di fronte a grandi platee. Ci tengo a ringraziare l’etichetta Ultrasuoni e in particolare Lorenzo Suraci che crede fortemente in me  e mi sta facendo vivere un sogno.

All’anagrafe sei Veronica. Come mai  Bianca?

E’ stata una mia scelta. Il bianco è il mio colore preferito, che poi rappresenta la purezza dei bambini.

Quali sono state le  influenze artistiche nel tuo percorso musicale?

Fin da piccola ho sempre ascoltato Whitney Houston e Mariah Carey. E poi sono rimasta affascinata da una leggenda come Aretha Franklin. A far crescere la mia passione per il jazz ha contribuito un grande come Bill Holiday. 

E degli artisti italiani cosa ci dici?

Amo molto i brani di Luigi Tenco e Sergio Endrigo. Sono una persona molto malinconica. I loro testi sono dei capolavori. Per molti anni una figura straordinaria come quella di Tenco è stata messa un po’ da parte, ora finalmente la stanno rivalutando. Si dovrebbe fare qualcosa in più per Endrigo che, tra i tanti, ha scritto un pezzo unico come Ci vuole un fiore. In Italia troppo spesso ci si dimentica di questi grandi artisti.

Dei talent show cosa ne pensi. Favorevole o contraria?

Non ho nulla contro questo genere televisivo, anche perchè come tante ragazze ho partecipato anch’io alle selezioni. In questo periodo va benissimo quello che sto facendo, non voglio fare il boom e poi sparire. Preferisco fare le cose con i tempi giusti e una crescita costante. Magari quando avrò 29 anni un pensierino ai talent lo farò, qualora dovesse rappresentare l’ultima grande occasione.

Se ti dico Sanremo 2014 a cosa pensi?

E’ un sogno, c’ho provato per due anni e chissà un giorno arriverà una possibilità anche per me. Io continuerò a dare il massimo perchè essere su quel palco è un’emozione che vogliono provare tutti gli artisti. Ora mi sento anche più forte e consapevole, staremo a vedere cosa ci riserverà il futuro.

Dopo il Music Summer Festival e il Battiti Live come va avanti la tua estate?

Ho ancora diverse serate nella mia Sardegna. Poter esibirmi in posti meravigliosi davanti alla mia gente rappresenta un qualcosa in più. E poi mi godo il mio splendido mare e la nostra fantastica terra in attesa di un autunno che spero possa essere davvero frizzante.

bianca_atzei2

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Tags:


About the Author

Nato a Cassino, ai piedi della celebre abbazia, sono cresciuto con la passione per lo sport e per il giornalismo. Roma prima e Milano poi mi hanno accolto per farmi compiere il salto di qualità. Lavorare in tv e per la carta stampata non mi bastava più e allora dal pallino per la rete ecco nascere lospaccatv e megamusic, due webzine che mi hanno aperto anche al mondo del social media marketing…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑